Career Coaching: che cos’è e a cosa serve

Life coaching, business coaching, executive coaching, corporate coaching e adesso anche il career coaching… Insomma chi più ne ha più ne metta.


Career Coaching: che cos’è e a cosa serve?

Ormai abbiamo capito tutti che il coaching sembra diventata un’attività preponderante per le nostre vite, per le nostre famiglie, per il nostro lavoro e per il nostro business. E questo forse perché le cose sono diventate talmente così complesse oggigiorno che c’è bisogno sempre più di persone che ti aiutino e ti supportino in determinati fasi di cambiamento o di progetto della tua vita.

A questo punto però la domanda sorge spontanea che cos’è il Career Coaching?

Innanzitutto il coaching di carriera ha l’obiettivo primario di rendere la persona autonoma, responsabile e consapevole di sapersi muovere all’interno del mercato del lavoro di oggi.

Il Career Coach è prima di tutto un coach, cioè un professionista certificato come coach professionista che si è specializzato poi nell’ambito della carriera e del lavoro.

Quindi sostanzialmente un coach di carriera è colui che aiuta e supporta l’ individuo  a realizzarsi professionalmente o più in generale ad attrarre verso di lui nuove opportunità lavorative e di carriera. Soprattutto lo aiuta appunto a renderlo autonomo nel muoversi all’interno del mercato del lavoro, in particolare all’interno del mercato del lavoro di oggi che è diventato estremamente fitto, complesso e in continua trasformazione ed in costante evoluzione.

Il Career Coaching inizia sempre dal bilancio delle competenze: sostanzialmente attraverso il bilancio delle competenze vengono messe sulla bilancia e quindi pesate le capacità, gli interessi e gli obiettivi di una persona.

Vengono proprio pesati e quindi messi sulla bilancia anche i traguardi, le esperienze professionali (passate e presenti) la formazione, i traguardi raggiunti, gli interessi e le capacità, affinché poi possano essere misurati in una persona i punti di forza e i punti di debolezza.

Dopo il bilancio delle competenze si passerà a un’indagine analitica molto più approfondita in cui si valuteranno le capacità di una persona, gli interessi di una persona, i tratti distintivi di una persona e in generale quello che una persona ad esempio sa fare o quello che gli piacerebbe fare nel futuro.

Terminata questa fase di indagine analitica si passerà successivamente a stilare gli obiettivi professionali di una persona e di fianco agli obiettivi professionali naturalmente si dovranno stilare poi i risultati che questa persona raggiungerà.

Infine è importante sottolineare ,anche se non è scritto da nessuna parte, che un Career Coach supporta la persona anche nella ricerca attiva del lavoro.

Ripeto non è obbligatorio e non è scritto da nessuna parte ma sicuramente questo fase di ricerca attiva del lavoro è parte integrante del Career Coaching e quindi il Coach in questo specifico caso dovrà occuparsi ,se vuole e se è previsto, anche di aiutare una persona a scrivere il suo curriculum e a scrivere la sua lettera di presentazione.

Bisogna anche sottolineare che il Coach di carriera non è il consulente di carriera: prima di tutto perché come sottolinea il termine stesso il career coach è prima di tutto un coach e cioè una persona che è qualificata come coach professionista mentre il consulente di carriera invece non è necessariamente un coach.

Infatti in Italia la figura del consulente di carriera è una figura un po’ “anni 90” ed è fortemente legata all’ orientamento professionale.

Di solito il consulente di carriera è uno psicologo ed in particolare uno psicologo del lavoro o comunque una persona che proviene dal settore delle risorse umane o diciamo così dal settore della pedagogia sociale.

Quindi un consulente di carriera ti aiuta e supporta più che altro nella ricerca del lavoro e nell’orientarti verso una data professione, ti dà dei consigli e ti fornisce degli strumenti utili, ma non è di certo una persona che è abilitata a svolgere la professione di coach e quindi di Career Coach.

Inoltre per scegliere un bravo Career Coach è importante che quest’ultimo conosca molto bene le tecniche del personal branding e che in qualche modo le abbia anche prima di tutto applicate su se stesso perché oggigiorno senza conoscere un minimo di self promotion (self branding) è veramente difficile andare avanti nel mercato del lavoro.

E quindi è opportuno che un coach conosca questa materia e che la sappia applicare sulla persona e soprattutto che l’abbia applicato in primis su se stessi altrimenti rischieresti di trovare un ottimo professionista da un punto di vista teorico, ma che poi non ti sa trasmettere l’essenza poi del personal branding e della promozione di se stessi.

Spero dunque di aver fatto un po’ di chiarezza su questa figura mitologica ancora molto poco conosciuta all’interno del nostro Paese ma di cui ben presso se ne sentirà molto parlare e di cui ben presto ce ne sarà davvero molto bisogno…

D’altro canto l’evidenza è sotto gli occhi di tutti ogni giorno.

Career Coaching: che cos’è e a cosa serve
Career Coaching: che cos’è e a cosa serve

Conclusioni


Se vuoi approfondire il mercato del lavoro e vuoi acquisire nuove tecniche e nuove strategie per emergere e farti assumere, ti invito ad acquistare il mio nuovo libro “COME EMERGERE NEL MERCATO DEL LAVORO DI OGGI” pubblicato con Amazon (gennaio 2021) e che trovi all’interno di questo blog.

Se vuoi sapere nel dettaglio chi è e cosa fa un consulente di carriera, leggi l’articolo in cui te ne parlo in maniera approfondita.

Se invece vuoi frequentare un corso per diventare Career Coach professionista, ti invito a vedere il corso della Karakter School di Roma che ho frequentato io.

Rimaniamo in contatto e FACCIAMOGLI VEDERE CHI SEI

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Gabriele Sciulli

Gabriele Sciulli

Sono GABRIELE SCIULLI, lavoro da anni nel settore delle risorse umane e sono un PERSONAL BRANDING COACH.
La mia missione è aiutare manager, professionisti e aziende a fare emergere il proprio valore e autopromuoversi attraverso il personal branding per attrarre nuove opportunità.

Commenta l'Articolo