Cosa ci rende veramente originali?

Nei vari articoli ho sempre parlato di come costruirsi nel tempo il proprio personal branding può aiutare le persone a renderle uniche per attrarre nuove opportunità nella vita e nel lavoro. Rendersi solo autentici a volte non basta ed è altrettanto importante capire cosa ci rende veramente originali.

Cosa ci rende veramente originali
Cosa ci rende veramente originali?

IL FOCUS che ci rende veramente originali

Come primo step fondamentale per renderci unici e originali c’è sicuramente il focus.

La questione è molto semplice: non possiamo essere “tutto e niente”. Nella vita, nel lavoro, nella nostra professione o nella nostra attività dobbiamo differenziarci.

Per differenziarci dobbiamo trovare, individuare e puntare su un focus ben preciso.

Ad esempio se sei un avvocato, se sei un ingegnere, se sei un commercialista, se sei un freelance oppure un libero professionista qualsiasi, hai il sacrosanto dovere di individuare il tuo argomento o la tua precisa materia di competenza mediante la quale individuare, alimentare e costruire il tuo focus.

Non si può sapere “tutto di tutto” e soprattutto poi nessuno ce lo richiede.

È necessario dunque riuscirci a focalizzare in maniera verticale su un preciso argomento/settore e cavalcarlo così come faceva Ben-Hur con le sue carrozze.

Tornando all’esempio precedente quindi, se sei un avvocato, è più conveniente che tu ti vada a specializzare su un preciso settore del tuo lavoro. Diritto commerciale, diritto penale, diritto dei trasporti, famiglia, successioni, divorzi, crediti e sofferenze, ecc.

Se sei un ingegnere è meglio che inizi a settorializzare le tue competenze verso un preciso reparto e così via. Chimica, produzione, logistica, trasporti, automazione, ecc.

Trovare il proprio focus non significa scegliere una materia, ma può voler dire anche una piccola parte di tale materia o argomento

Gli esempi potrebbero essere infiniti!

L’errore più grande che tutti noi facciamo soprattutto a causa dell’educazione familiare, scolastica e universitaria che abbiamo ricevuto, è credere che più siamo, più sappiamo e meglio è per noi.

Più roba c’è da srotolare (fra titoli e pezzi di carta), più possiamo decantarli e più ci sentiamo dei gran fighi rispetto agli altri

E così anche mamma e papà sono felici che suo figlio tiene “o piezz e’ cart” anche se poi non ci percepisce alcun euro con quei pezzi di carta.

Gruppo Facebook – https://www.facebook.com/groups/facciamoglivederechisei

IL FEEDBACK che ci rende veramente orignali

Come secondo e ultimo step, quando non sappiamo esattamente cosa ci rende unici e autentici nella nostra professione o nel nostro lavoro, ci rimane solo una cosa da fare…

Quella cosa che assolutamente mai nessuno fa…

Chiedere un feedback!

Quando sei ancora indeciso nel capire su cosa e dove indirizzare il tuo focus, quando ancora non hai capito quale è l’elemento che caratterizza te stesso o il tuo brand personale, non ti rimane altra scelta che chiedere un feedback.

Chiedere, chiedere e costantemente richiedere per ottenere

Chiedi alle persone che ti circondano, al tuo network professionale, ai tuoi colleghi, ai tuoi clienti o ai tuoi followers

  1. Cosa mi rende veramente originale?
  2. Perché le persone hanno bisogno di me?
  3. Quali sono le mie caratteristiche che alle persone piacciono?

Potrà sembrare un esercizio alquanto banale, ma la maggior parte delle persone non si conosce abbastanza e crede di andare bene agli altri per quello che è.

Naturalmente non è mai così; bisogna sempre ricordarsi che la mappa non è il territorio e ciò che percepisco io di me stesso non sarà mai quello che percepiranno gli altri di me.

Mai!

Conclusioni finali

Ricapitolando i filoni da seguire per diventare originali nella vita, nel lavoro e per costruire un solido marchio personale sono fondamentalmente due

  1. FOCUS: puntare sempre su un determinato settore e materia in modo da acquisire molte competenze (in maniera verticale) rispetto invece a chi ancora crede che spaziare da un argomento all’altro (in maniera orizzontale) possa essere motivo di conoscenza o di vanto
  2. FEEDBACK: imparare a chiedere costantemente il feedback alle persone che ci sono intorno, che lavorano con noi, al nostro network professionale, ai nostri legami deboli (se non sai cosa sono vai all’articolo in cui te ne parlo).

Se vuoi ulteriormente approfondire l’argomento o fare un confronto con il mio, leggi l’articolo in cui ti viene spiegato cosa ci rende unici e speciali tra miliardi di persone.

Se non lo hai ancora fatto, scarica la mia guida PERSONAL BRANDING FOR LIFE (nella sezione risorse del blog), l’unica guida gratuita interamente dedicata al personal branding per attrarre nuove opportunità nella vita e nel lavoro.

Rimaniamo in contatto e FACCIAMOGLI VEDERE CHI SEI

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Gabriele Sciulli

Gabriele Sciulli

Sono GABRIELE SCIULLI, lavoro da anni nel settore delle risorse umane e sono un PERSONAL BRANDING COACH.
La mia missione è aiutare manager, professionisti e aziende a fare emergere il proprio valore e autopromuoversi attraverso il personal branding per attrarre nuove opportunità.

Commenta l'Articolo

Entra nella Community

Iscriviti GRATIS alla newsletter e riceverai via mail solo POCHI CONTENUTI MA BUONI.

Articoli Recenti